Coperta invernale Si o No ?

L’argomento di questo articolo esula da ciò che normalmente rappresenta l’Horsemanship ma lo voglio trattare lo stesso perché la questione Coperte Si o No è ricorrente quando parlo con gli studenti durante le mie lezioni.

La domanda è sempre la stessa ? Facciamo male oppure no a mettere la coperta ai nostri cavalli durante le fredde giornate invernali ?

Alcune ricerche scientifiche ed in particolare uno studio condotto da Natalija Aleksandrova fanno il punto sull’argomento portando prove che dimostrano che non dovremmo mai mettere la coperta.  Mai !

Aleksandrova, un maniscalco pareggiatore e ricercatore equino, ha pubblicato il suo saggio, in cui ha citato 20 riferimenti scientifici, sulle pagine di Academia Liberti, una scuola di studi equini olistici che ha base in Germania.

Molti proprietari pensano di dare un aiuto al cavallo per scaldarsi, senza comprendere che in questa maniera vanno a cambiare la loro capacità di termoregolarizzare il calore corporeo. Capacità che madre natura ha fornito loro e che funziona in una super-efficiente maniera.

Il cavallo in realtà, scrive la ricercatrice, ha molteplici meccanismi per tutelarsi dal freddo molto meglio di quello che può fare per il caldo.

Lo aiutano la sua anatomia, la sua fisiologia e anche alcune tecniche comportamentali di branco.

Quello che dovremmo fornire ai nostri cavalli domestici è ciò che i loro cugini “selvaggi” hanno già di base:

  • Libertà di muoversi 24 ore su 24
  • Libero accesso a una alimentazione ricca di fibre (fieno) 24 ore al giorno
  • Vita sociale in branco
  • Una accurata cura del piede (che per i cavalli domestici dobbiamo fornire noi in quanto non hanno la possibilità di consumarsi l’unghia appropriatamente dato lo scarso movimento)
  • Un riparo che loro possano usare come meglio credono

Ma quali sono questi meccanismi che il cavallo può mettere in atto per tutelarsi dal freddo ?

Anatomia e Fisiologia

La pelle e il manto sono un eccellente isolante termico, infatti per loro è molto più semplice stare caldi d’inverno che freschi d’estate.

Molto prima che la prima neve cada, in maniera naturale, il pelo comincia ad allungare, e ciò è dato dalla riduzione delle ore di luce (e non dalla temperatura come molti pensano), .

Il manto può cambiare da razza a razza ma tipicamente negli ambienti più freddi è più spesso.

In aggiunta il cavallo può aumentare il coefficiente di isolamento del pelo di circa il 30% tramite la sua erezione sfruttando i muscoli erettori.

Mettere la coperta inibisce la capacità del cavallo di attivare questo meccanismo.

Il pelo del cavallo contiene un olio naturale che aumenta la sua capacità isolante contro la neve e la pioggia. Sia l’uso delle coperte che lavarlo o spazzolarlo eccessivamente interferisce con questa sua natura.

Senza parlare poi della pratica comune di tosare i cavalli che elimina, completamente, il fattore di termoregolazione del manto stesso.

Le arterie e le vene del cavallo si restringono o dilatano a seconda delle necessità indotte dalla termoregolazione. Si restringono per ridurre la perdita di calore, riducendo il quantitativo di sangue caldo che attraversa la superficie del corpo fredda (in inverno per esempio). Si dilatano invece permettendo ad una grande quantità di sangue caldo di attraversare la superficie del corpo raffreddandosi (ad esempio durante o successivamente ad uno sforzo fisico oppure in un ambiente estremamente caldo).

I cavalli, ovviamente, non vanno in letargo ma possono incrementare anche del 20% il loro peso corporeo producendo grasso quando sta per arrivare la stagione fredda. Il grasso è tre volte più isolante degli altri tessuti.

Comportamento

I cavalli possono bruciare una parte di questo grasso per tenersi caldi, per questo hanno bisogno di mangiare di più durante l’inverno. Questo processo si chiama “Domanda di energia climatica” e si incrementa di circa l’1% per ogni diminuzione di 1 grado C°. Per questo motivo hanno bisogno di poter cibarsi di fibra l’intera giornata. Il legno che scalda la lora casa è il fieno.

I cavalli selvaggi conservano la loro energia muovendosi di meno in inverno e vale lo stesso anche per i cavalli domestici.

I cavalli possono stare l’uni vicino agli altri oppure usare il vicino come para vento riducendo la superficie corporea esposta all’ambiente e prendendo calore dal compagno o dal gruppo di compagni.

Sebbene non sia stato dimostrato scientificamente la ricercatrice sostiene che la coperta crea uno scenario senza vento con la conseguenza che il cavallo non può scaldare solo parti specifiche del suo corpo. Questo provoca una situazione in cui tutto il corpo si scalda oppure tutto il corpo si raffredda. Ciò provoca un problema metabolico che porta il cavallo a sudare sotto la coperta e questo succede in più casi di quello che le persone sono portate a pensare.

Mettere le coperte tende ad indebolire sostanzialmente l’intero spettro dei meccanismi di termoregolazione.

La ricercatrice conclude dicendo: Con la coperta i cavalli non esercitano i muscoli dediti all’erezione del pelo, non dilatano o costringono le arterie, non attivano le ghiandole sudoripare, non accantonano o bruciano le riserve di  grassi “sani” . Tutto in un corpo tende ad atrofizzarsi quando non viene usato per un certo periodo di tempo. Mettere la coperta ai cavalli inibisce la loro capacità di tenersi caldi da soli.

Aleksandrova aggiunge inoltre che tutti dovrebbero meditare anche sulle altre tecniche di gestione del cavallo – “la loro stabulazione, tenerli separati dagli altri cavalli, esercizi fisici troppo intensi e la mancanza di una alimentazione continua ricca di fibre (fieno) può aggravare il loro stress generale e la loro capacità di far fronte ad un clima freddo.”

Quindi la prossima volta che decidete di mettere la coperta al vostro cavallo pensateci bene prima di farlo e se non è proprio necessario (cavallo malato, vecchio etc) evitate di farlo !

Articolo originale in lingua inglese


  • Hai trovato questo articolo interessante ? Lascia un commento per farci sapere se ti è piaciuto.
  • Vuoi ricevere gli articoli direttamente nella tua casella e-mail ? Registrati alla mia newsletter
  • Hai bisogno di aiuto con il tuo cavallo e vuoi farmi delle domande ? Visita la pagina di Consulenza Gratuita

Lascia un commento

X